domenica 13 maggio 2012

Stregata dalla luna

Non mi è mai piaciuto confondermi con la massa: se vedo un gregge, io divento il lupo che osserva il branco celato sotto un albero.
Se qualcuno decide che sono "IN" i capelli lunghi, io me li taglio corti e se dice pure che sono FASHION biondi io li tingo di nero. 
E' così. Non ci posso far niente. Anche da piccola. Le mie amichette cullavano le bambole mentre io sperimentavo trapianti di teste  e arti di plastica e se tutti facevano vincere i soldatini, i miei Sioux ottenevano sempre la vittoria brandendo i tomahawk gocciolanti di brandelli di scalpi sanguinolenti. Quando andavamo alle gite  le mie compagne s'intenerivano per i piccoli bambi e i cuccioli di ogni razza, io m'incantavo di fronte al recinto delle tigri che si beavano in una radura ombrosa sonnecchiando o ruggendo se le fissavo troppo a lungo. Le mie conoscenze attuali parlano continuamente di " Un posto al sole", "Beautiful" e tutte le serie d'amore smielate, io colleziono la serie cult di polizieschi più trasgressiva e tosta " The shield " ed il mio uomo ideale è " Doctor House".
E quindi ecco  che in questa epoca di  persone tutte uguali e omologate, m'inbatto continuamente con dei seguaci del dio sole, o il suo vice: il lettino abbronzante. Gente perennemente abbronzata, anche a Gennaio,  alla ricerca spasmodica di un raggio che le illumini ( e non d'immenso). Ed è allora che io sono pronta, all'imbrunire a sdraiarmi sulla mia poltrona preferita e rimirare la Luna.
La Luna, già nominarla mi riempie la bocca: Luuu, sbalordimento, incanto, Naaa, beatitudine, estasi. Ne sono stregata, ammaliata, totalmente sua schiava. Si leva rapida e splendente e subito il paesaggio assume una dimensione diversa, le ombre si accorciano, i colori diventano indefiniti, gli alberi intorno assumono sembianze misteriose. L'ho vista in tutti i modi: calante, crescente, a barchetta, luna gigante, rossa, luna piena o velata da nubi invidiose. Penso spesso: se è in grado di smuovere le maree degli oceani , cosa può fare al nostro piccolo cervello racchiuso in un pò di liquido? Sveglierà il Licantropo che è in ognuno di noi? E stanotte, dentro questo chiaro di Luna, mi sento totalmente posseduta da una forza misteriosa: sistemo il telescopio che ho in terrazza ed in pochi secondi mi ritrovo a passeggiare sulla sua superficie: irregolare, piena di crateri e dune, un'aurea misteriosa l'avvolge. Non si può spiegare, è affascinazione allo stato puro.
No. Non avrei voluto essere Armstrong che ne ha violato il suolo incontaminato da mani umani. Io vorrei essere Lei. Illuminare la notte, smuovere le maree, guidare l'istinto degli animali solo con la mia silenziosa presenza e poi allontanarmi lentamente, infastidita dal Sole prepotente ma pronta a tornare notte dopo notte a farmi adorare dai pazzi come me.

19 commenti:

  1. A me piace la luna piena gigante che quando in estate appare in cielo non finisce di meravigliare, e non so perchè ti aspetti che accada qualcosa di eccezionale, proprio quella sea lì.

    Keiko, dire che sei eccentrica è dir poco:-))
    ma il Mondo è bello perchè è Vario e pieno di colori ...

    Ti immagino con una pelle chiarissima (spero che i tuoi canini siano, almeno quelli, nella norma umana:-))
    e se no pazienza ... una treccia di aglio e l'omo campa lo stesso.

    Ciao
    Scherzo ehhh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non mi nutro di sangue, specialmente quello umano.
      Birra e supplì e sono felice, magari sulla mia terrazza al chiaro di luna.
      Ciao, a presto.

      Elimina
  2. E' anche il titolo di un film che ho molto amato''Stregata dalla luna''
    Della luna ho molto parlato anche io...Amo il mare , ma sono figlia della luna.
    Ho sorriso molto leggendoti,mi sono rivista in tante cose.
    Spero solo per te,che essere come sei,non ti sia costato lo stesso prezzo che è costato a me.
    Ma non mi cambierei lo stesso...E tu? Scommetto già sulla risposta:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho rubato sapendo di rubare il titolo del meraviglioso film.
      E' vero, costa molto amare la luna, nel senso che non omologarsi si paga sempre caro.
      Ma non cambierei mai. Per nessuno.
      Hai vinto la scommessa, lo so'.

      Elimina
  3. L'importante è essere se stessi. Se poi gli altri sono uguali o diversi da noi poco importa.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vera difficoltà è rimanere coerenti con se stessi e non adeguarsi solo per la paura di essere considerati " diversi".
      Ma questa è tutta un'altra storia.
      Ciao.

      Elimina
  4. Essere se stessi..lo sono da una vita e mi trovo bene.
    Anche a me piace osservare la luna e con lei mi confido peccato che il mio telescopio che per anni mi ha fatto passeggiare sulla luna contando i suoi buchi si è rotto.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy,
      peccato avere una compagna in meno di passeggiate lunari.
      Essere se stessi a volte è complicatissimo se il contesto è estremamente omologato.
      A presto.

      Elimina
  5. Anch'io sono molto anticonformista e cerco sempre di avere un mio pensiero, anche se diverso dalla massa.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi viene sempre da pensare che se tutti vanno da una parte, non è detto che quella sia per forza la parte migliore.
      Ciao e grazie della visita.

      Elimina
  6. io non cambio look da 40 anni, naturalmente adeguandomi all'eta',sono passata di moda e ritornata di moda ad intervalli,ma non mi sono mai sentita ne frustrata ne gratificata

    RispondiElimina
  7. Ciao Keiko, quante riflessioni si possono fare su questo tuo post! Io amo il sole e la luna e non voglio precludermi il piacere di godere di uno di essi e con senso critico posso anche cadere nell'omologazione apparente perché non voglio rinunciare a ciò che mi piace per seguire o andare contro una moda, sono consapevole di essere sempre me stessa e riconoscibile nella massa per quella sfumatura fisica e mentale che appartiene solo a me, coloro che son distratti non la noteranno ma io so che c'è ed è questo l'importante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, la vera coerenza è quella soprattutto verso noi stessi.
      La mia voleva essere veramente solo una dedica alla luna perchè mi affascina immensamente, poi, chissà perchè il post ha preso una piega filosofica.
      Un caro saluto.

      Elimina
  8. ho l'impressione che abbiamo molte cose in comune!!!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luigi,
      ho visto nel tuo post le montagne innevate e non ho saputo resistere, inoltre erano associate ad una poesia: troppa grazia per essere vero.
      Magari in realtà sei ultràs!!
      Scherzo ovviamente, ciao e a presto.

      Elimina
  9. Il bastiancontrario e lo Spirito Libero che sono in me si inchinano e applaudono (per il disprezzo del gregge, non per l'amore verso la luna, che non mi è mai stata particolarmente simpatica... :D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La massa e il gregge mi fanno venire l'ortcaria e la tintarella di luna serve ad alleviare il prurito.
      Ciao carissimo.

      Elimina
  10. Mi piacciono i tuoi racconti e mi piace il tuo modo di essere. Leggendoti si capisce che sei una donna vera e non una del gregge.
    Buona serata un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei racconti di vita nascono da una esistenza un po' fuori dall'ordinario e da qui la conseguenza di essere sempre fuori dall'ordinario, dal gregge: non è snobismo, sono proprio così. Lunare e lunatica.
      Ti abbraccio anch'io

      Elimina