venerdì 1 giugno 2012

Come here Marcello.....

Se io dico Anita e D' Artagnan, gran parte di voi pensano alla Garibaldi e al fiero spadaccino e comunque a due personaggi che non possono coesistere.
E invece no!!
Nella mia bipolare città anche questo è possibile.
Tutti  voi, anche i più giovincelli che comunque abbiano un minimo di conoscenza cinematografica avranno visto il film di Fellini " La dolce vita", dove una bellisima e prorompente Anita Ekberg invitava sensualmente il timido Mastroianni a farsi il bagno nella celeberrima Fontana di Trevi.
Ebbene, dimenticate quella scena stupenda, oh si, la fontana c'è, ma niente è come sembra.
Arrivati al cospetto dell'imponente fontana, una folla oceanica vi circonda e vi stritola, se non superate il metro e novanta neanche riuscite a vederla, sentirete solo il fragrore possente delle acque; dopo esservi destreggiati tra i numerosi personaggi strani che vi circondano, troverete indiani, pakistani, cinesi e tutto il cucuzzaro che vi offrono souvenir che neanche conoscono: se chiedete il Colosseo è possibile che vi ritroviate con l' Arena di Verona e  se volete l'Arco di Costantino forse vi porterete a casa l'Arco di Trionfo( tanto hanno di tutto).
Ma torniamo a noi.
Mentre a spintonate vi fate strada per arrivare alla vasca centrale e già mettete la mano in tasca per cercare una moneta affinchè diate vita ad uno dei più bei rituali di viaggio, ecco che perplessi vi accorgete che proprio in mezzo alla vasca alcune persone munite di canne da pesca telescopiche e calamitate armeggiano incuranti: hanno sbagliato strada e credono di stare ad Ostia? No, stanno proprio facendo quello che credete, rubano le monetine che dovrebbero andare alla Croce Rossa , indisturbati e sotto gli occhi bonari dei vigili urbani che provano a far togliere i piedi e non solo dalla fontana a qualche centinaio di persone. Se poi siete particolarmente fortunati, ecco che arriva D'Artagnan: un ciccione sdentato, armato di sacchi della spazzatura che come fosse la sua vasca da bagno entra in acqua e raccoglie a piene mani tutte le monete, se poi una guardia presa da un rigurgito di coscienza lo ferma, ecco che scopre il ventre prominente e con un lametta si taglia a fette la pancia, rivendicando a gran voce una usucapione della proprietà.
Se  a questo punto lo spettacolo vi ha sconvolto e avete bisogno di zuccheri, non acquistate frutta fresca al banchetto che troverete nella strada alla vs. destra: una mela rossa e lucida, forse di plastica, vi può costare anche 5 euro e una banana in metacrilato circa 6. Se poi proprio quel giorno siete baciati dalla fortuna, ecco il mitico Paolini che si tuffa e, novella Anitona, resta in mutande a mollo nell'acqua.
Chiudete gli occhi ora: Anita nel suo abito scollatissimo, sotto la spumeggiante cascata balla  suadente per Marcello( che quel giorno portava una muta sotto i vestiti), scuote i lunghi capelli biondi bagnati e ammaliante come una sirena lo chiama a se, la luna gioca con i due innamorati e nel silenzio della solitaria notte romana, si compie la magia.
Riaprite gli occhi, niente è come sembra.
Go home Marcello.

4 commenti:

  1. hai proprio ragione cara: niente, o quasi, è come sembra; e l'espressione vale anche, e soprattutto, nei confronti di Anita: recentemente ha festeggiato gli 80 anni, mi pare, e vederla oggi mette malinconia a chi la ricorda nell'esuberanza della "dolce vita"!!!

    p.s. lunedì sera e martedì mattina sono a Roma: magari vado a rivederla!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luigi quando sarai davanti alla fontana non direi che non eri stato avvisato...
      Buon we romano.

      Elimina
  2. E' stato proprio così, quel giorno di qualche anno fa quando indossando i panni di turista mi sono avvicinata alla citata fontana. E sì che lavorando a Venezia sono abituata alle cose che non sono ciò che sembrano...
    Resta la fantasia. Può bastare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susanna, mi dispiace sempre quando facciamo delle figure meschine, specialmente davanti al mondo intero.
      E dire che ci appartiene un patrimonio di bellezze immenso!!
      Ciao, a presto.

      Elimina