martedì 25 settembre 2012

Una promessa è una promessa!!

Ho visto, con grande sorpresa che il mio post sui sogni ha destato molto interesse!!
Spero di onorare il dio dei sogni  con questo leggero e ironico racconto che è stato pubblicato oggi ma da tempo giaceva in un cassetto; non mi azzardei mai a deriderlo perchè essere in potere di Morfeo significa dormire e per me sarebbe già un "sogno"!!
Spero che lo apprezzerete come avete con generosità fatto con " Laggiù scorreva il fiume" : anche in questo caso è tutto gratis, dovete solo godervelo!!
Buona lettura!!
 

18 commenti:

  1. grazie cara... anche se leggere on line non è proprio tra i miei preferiti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io amo la carta e l'inchiostro, ma questo sito mi piace e credo che continuerò a collaborare, anche se è online:))!!

      Elimina
  2. Oh Keiko ma dove si legge? Io non l'ho trovato.. :(
    Abbi pazienza eh, è l'età! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, è facilissimo: se l'ho fatto io...
      Digita Zeugmapad sul pc e poi in home trovi tutti e due i mini racconti.
      Ciao:))

      Elimina
    2. Trovato:.. Wooooow! (il calcione al marito ci stava tutto, così impara a interrompere sul più bello :))
      Buona giornata cara

      Elimina
    3. Effettivamente quell'uomo non ha proprio il senso del rispetto altrui....:)))))!!!
      Ciao!!

      Elimina
  3. Ed effettivamente me lo sono goduto.
    Bravissima, i miei complimenti, tu sì che sai scrivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aldo sei troppo buono!!!
      Grazie e buna giornata:)))

      Elimina
  4. Ho apprezzato di esserti fermata a visitare il blog, grazie.
    Tornerò e con calma, leggero quello che sin qui hai scritto.
    A proposito dei sogni, penso che se non ci fosse questa possibilità, ci sarebbe certamente il rischi di vivere una vita monocromatica, monotona e asfissiante otre che priva dei ricordi e della necessaria fantasia.

    alla prossima volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto, il tuo blog mi affascina davvero, come del resto l'arte pittorica orientale; postai una serie di opere di questo genere ( Japanese Prints)che trovo meravigliose.
      A proposito dei sogni, nel mio caso non posso farne a meno, rappresentano una realtà virtuale e una fonte di ispirazione.
      Ciao, alla prossima.

      Elimina
  5. I risvegli dai sogni sono sempre tristi, ancora più quando arrivano ad interrompere un così bel sogno sensuale. :-)

    A me volte però capita che certe sensazioni restino addosso tutto il giorno. Potere dei sogni.

    Bel racconto, letto con piacere. Anche se qui, secondo me, hai usato una prosa più convenzionale, nell'altro invece la scelta dei termini era più accurata ed originale. Parliamo sempre ovviamente di una gran bella scrittura, eh. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica detto fosse un sogno: la cravatta era sotto il cuscino....
      Ciao, un abbraccio:))!!

      Elimina
    2. Questa l'hai presa da Eyes Wide Shut ;-)

      Elimina
    3. Non l'ho mai visto, perchè che fanno?
      Dimmi, racconta.....
      Ma che ho fatto un plagio senza aver visto il film?
      Racconta quando hai tempo!!
      Ciao:))

      Elimina
    4. No, no, non si tratta proprio di un plagio, però diciamo che il particolare della cravatta che spunta da sotto al cuscino, richiama un particolare del film, peraltro tratto proprio da Doppio Sogno di Arthur Schnitzler.

      Ma come non hai visto Doppio Sogno? Corri subito a recuperarlo, in fretta e furia, lascia perdere qualsiasi cosa tu stia facendo e immergiti in uno dei più bei film della storia del cinema. Non ti racconto nulla perché ci sarebbe da scrivere un saggio e non basterebbe. E' un film su tutto, sul denaro, sul potere, sul desiderio, sull'illusione delle sicurezze, sui sogni, sui sogni che sono desideri inespressi, sul sesso, sulla morte... .
      Imperdibile, sono sicura che ti piacerà tantissimo.
      Uno di quei film da rivedere più volte e che ogni volta ti sorprendono e ti rivelano nuovi particolari.
      Atmosfera e fotografia magica, una New York notturna da brividi (ricostruita in studio).
      Ecco, se proprio dovessi riassumertelo direi così: il viaggio reale, onirico e metafisico di un uomo le cui certezze cominciano a crollare a poco a poco, incapace di farsi strada nei meandri del desiderio femminile, incapace di fronteggiare la forza dirompente del desiderio, che, letteralmente, si perde. Paura della morte e quindi sesso in funzione apotropaica.
      Insomma... non ti dico altro altrimenti poi ti influenzo la visione.
      Fammi sapere poi quando l'avrai visto, una persona con la tua sensibilità non potrà non apprezzarlo.

      Elimina
    5. errata corrige:
      volevo scrivere, ovviamente, "ma come non hai visto Eyes Wide Shut?" (e non Doppio Sogno, che invece è il racconto da cui è tratto, bello anch'esso, ma non leggerlo prima di aver visto il film, pure se è in parte diverso e cambia anche l'ambientazione).

      E poi quando dico "si perde", intendo lui, il protagonista, non il desiderio. Ho scritto un po' di fretta e rileggendomi mi sono accorta di essermi spiegata male.

      Elimina
    6. Le premesse sono esaltanti!
      Sono proprio curiosa: cercherò di trovarlo e ti farò sapere!
      Grazie della dritta:))

      Elimina
    7. Si trova facilmente. E' un film di Kubrick, l'ultimo che girò prima di morire. Protagonisti Nicole Kidman e Tom Cruise. Ah, assicurati che sia la versione integrale (quando uscì tagliarono alcune scene di sesso).
      Mi hai fatto venire voglia di rivederlo.

      Elimina