mercoledì 24 ottobre 2012

Molto rumore per nulla....

Cerco di seguire meglio che posso le spiegazioni articolate e complicatissime che mio figlio mi da mostrandomi foto e video di pianeti, stelle, galassie dai nomi legendari o solo composti da sigle: quando parla di questi argomenti viene pervaso da una specie di frenesia genialoide e presume che tutti capiscano quando descrive  orbite, elissi, calcoli di gas dispersi,  temperature incredibili e ipotetiche rotte di collisione.
Poi mette a schermo pieno sul suo pc queste due immagini e io non riesco più a pensare ad altro.Una mostra la Terra vista dalla Luna e l'altra vista da Marte.
Siamo una nullità nell'immenso. Ci scanniamo, amiamo, odiamo, piangiamo e altro non siamo che nulla nel nulla.
Piccole forme di vita in una vastità non misurabile.
Meno di un granello di sabbia nel deserto.
Meno di una goccia nell'Oceano Pacifico.
Percepisco in sottofondo le sue spiegazioni tecniche e annuisco in automatico, ma penso a tutt'altro.
Molto rumore e furore in un infinito nulla.






32 commenti:

  1. saggissimo post. condivido in pieno! e non ho niente altro da aggiungere....

    RispondiElimina
  2. Ho fatto la stessa identica riflessione ieri sera, guardando un'immagine dlla terra persa nell'universo. A pensarci bene, è stordente. Toglie il iato, quasi.

    RispondiElimina
  3. @ nellabrezza
    @ Lilyum
    Effettivamente sono immagini che tolgono il fiato e le parole, fanno riflettere molto. Forse troppo
    Centinaia di migliaia di esseri minuscoli in confronto all'immenso nulla, che si affannano pensando di essere indispensaili al pianeta.
    Boh.
    Chissà perchè si è colonizzata solo la Terra
    Ma si è colonizzata solo la Terra?
    Un abbraccio cosmico ad entrambe

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Ti ringrazio,
      è il senso della vita che ci affascina..
      Ciao!

      Elimina
  5. Quante volte faccio le stesse riflessioni che leggo in questo bel post. Mi capita spesso quando cammino per strada, e penso che sopra di me ci sono migliaia di migliaia di chilometri di infinito a perdita d'occhio..
    Per noi è così difficile, a volte, comprendere quanto siamo minuscoli.
    Complimenti a tuo figlio, così appassionato di una materia così affascinante.

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me capita di notte: guardo le stelle e mio figlio mi dice di guardare più lontano, e allora mi accorgo che le distanze sono immense e dopo un po' non capisco più la nostra dimensione.
      Il mio " ragno" è un essere complesso: calcola le orbite pur non avendo mai studiato astrofisica ( ha solo 14 anni) e poi si perde in un congiuntivo o si vergogna di rispondere al telefono.
      Mah....
      Forse anch'io ero un po' "strana" come lui
      Io l'ho sempre paragonato al Piccolo Principe: vive in una dimensione tutta sua e ogni tanto si degna di scendere tra noi esseri umani.
      Baci a te:))

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. 14 anni ed è così, fantastico. Non è che ci stai a combinare un matrimonio? Io avrei una figlia di 12 che aspira a persone intelligenti.. :D :D!
      (scusa ho tolto il commento di prima perché non si capiva 1 tubo)

      Elimina
    4. Lui si definisce uno sfigato.
      Non gli piacciono i suoi capelli, non gli piace il calcio e la pallavolo che gli impongono a scuola, odia la barba che gli ombra il viso.
      Poi quando prende voti alti o vince la gare di karate si gasa tutto e dice :" So' proprio er mejo!!"
      Ma dura poco e presto riparte nel suo mondo segreto.
      Anche lui cerca solo bimbe intelligenti, ma nel suo liceo scarseggiano.
      Baci:)))

      Elimina
  6. E tu naviga nel mare dell'infinito, forse concentrandoti su qualche nebulosa (in foto), ti potrebbe capitare di sentire il suo respiro...come se entrassi in simbiosi con altre vite,differenti nella forma, magari, ma sempre vita.
    In fondo parrebbe che il tuo figliolo tra studio e immagini, sembra voler trasmettere-percepire qualcosa che sente dentro se, e non di questa realtà...io non escludo mai niente al possibile evento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi perdo spesso nell'infinito, che preferisco alla realtà che mi circonda e non escludo mai la vita in qualsiasi forma o dimensione abbia preferito mutarsi.
      Io stessa preferirei mutarmi in un animale o in un albero.
      Forse in un filo d'erba come tu mi hai giustamente fatto notare.
      Ancora ci penso, lo trovo molto giusto come pensiero, m'infastidisce solo essere calpestata: in due dimensioni non lo potrei sopportare.
      A presto

      Elimina
  7. sai che la settimana scorsa ho trascorso qualche giorno in montagna e una sera alzando lo sguardo al cielo mi sono accorto che l'assenza di luci artificiali e l'aria tersa rendevano il firmamento uno spettacolo indescrivibile: non avevo mai visto tante stelle tutte insieme.
    Sono rimasto incantato e non riuscivo più ad andare a dormire!!!

    p.s. siamo infinitamente piccoli ma proprio nulla nulla non direi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle rare volte che non c'è illuminazione artificiale il cielo ci regala uno spettacolo mozzafiato!!!

      p.p.s.
      siamo solo una goccia di vita sfuggita dal nulla....
      (sto citando la Fallaci)
      Ciao Luigi, a presto:))!!

      Elimina
  8. ...e legati ad un granello di sabbia....in questo immenso universo!
    Baci:)
    Luci@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....ognuno di noi legato ad un'altro granello in modo imperscrutabile.
      Baci a te:))

      Elimina
  9. piccole formiche che si agitano in un mondo gigante... già

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si proprio piccole formiche agitate e senza difesa...

      Elimina
  10. Io non sono nulla! Pensare che c'è chi pensa che sono esagerata quando affermo ciò... Ora qualcuno può darmi torto? Giuro che lo sfido!
    ;-)

    Ah.. bel post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stamattina, per esempio, sono andata a fare delle analisi: gli autobus non passavano,la strada era bloccata da un'auto in doppia fila, i computer del laboratorio si erano impallati e l'ago è andato fuori vena.
      Ecco.
      Io mi sono vista nella prospettiva della foto e ho capito di essere un pulviscolo di vita nel cosmo.
      Ma essere nulla no.
      Siamo pure troppo.
      Ti abbraccio!!

      Elimina
    2. Eppure per me non c'è nulla di più rilassante che sentirmi nulla... Certo posso rivestire un sacco di ruoli... ma io sono nulla!
      Ovviamente è solo un mio punto di viste pertanto non condivisibile!
      Un abbraccio a te!
      :-)

      Elimina
    3. Pensavo che fosse una provacazione la tua affermazione, ma ora che la confermi sto cercando di capire:in alcuni momenti della mia vita mi sento e sono nulla, ma assume una accezione negativa; nel contesto del post mi sento e sono nulla rispetto all'universo.
      Poi, per esperienza so bene che siamo tutti necessari e nessuno indispensabile.
      Trapela un senso di pace e di fierezza nella tua affermazione.
      Mi piace.
      Credo che spesso molti di noi si sentanoo un po' "troppo" e sarebbe il caso di correggere il tiro.
      Mi piace la tua filosofia che, in parte, è anche la mia: posso essere 100 persone, ma poi sono solo me stessa.
      Ciao Sara, è un piacere disquisire con te:))

      Elimina
    4. Lo sbaglio più comune è confondere l'essere nulla col sentirsi una nullità. Può sembrare la stessa cosa ma non è così. Io sono nulla, ma mi sento viva e vibrante di vita, ma non sono famosa, non sono bella, non sono ricca, non seguo la moda e tante cose che ti ho già detto.

      Ed essere nulla non mi da la frustrazioni che mi darebbe essere qualcuno. Dover essere come il mondo vuole è frustrante, vuol dire lavorare per comprare abiti griffati, automobili cool, frequentare locali e gente "giusta". Vorrebbe dire andare in palestra ( quella giusta), fare la sauna, e tirarmi le rughe...

      No, faccio la casalinga, mi tengo in forma con delle passeggiate, vesto con quello che trovo di mio gusto, ho comprato una DR usata (pagata pochissimo).
      I locali non li frequento e le mie rughe le adoro tutte! Gli amici son pochi ma mi amano per come sono...
      Sentirmi nulla è uno dei regali più grandi che mi son fatta!

      Anche a me piace parlare con te... si è capito? ;-)

      Elimina
    5. Ho capito!!!!
      Ma allora siamo due nulla al cubo!!
      Io non seguo mode, detesto gli stoltus simbol( il termine me l'ha suggerito Zio Scriba), non mi trucco, sono casalinga e mamma, non guido neppure e mi importa poco o niente se ingrasso o dimagrisco, gli abiti sono in gran parte quelli fuori moda che smette mia figlia.
      Ma sono fiera di questo niente, non devo e non voglio dimostrare niente.
      E quando vado in giro piena del mio niente sono contenta così!!!
      Ciao carissima, a presto:))

      Elimina
  11. Ciao Keiko, io e Marril forse siamo tornati nuovamente attivi, quindi perdonami l'assenza da queste tue pagine... Hai ragione siamo dei piccoli puntini in una immensità e visti da quella prospettiva siamo piuttosto insignificanti... è più comodo, se non meno spaventoso pensare che ognuno di noi sia un piccolo universo attorno a cui tutto ruota...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la prospettiva che mi induce a pensare e a vederci come una fila di formiche impazzite.
      Poi pensi a tutto quello che ruota intorno ad ogni singolo individuo e la prospettiva cambia di nuovo.
      Un abbraccio:))

      Elimina
  12. Io sogno di poter cliccare l'icona "maps" sul mio smartphone e vedere comparire Marte e la scritta "Tu sei qui, precisione 100 metri" :-)
    Ciao Keiko buona giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  13. Che bello!!!!!!
    Ecco, adesso ho un sogno in più!!
    Ciao, un abbraccio:))

    RispondiElimina
  14. Ciao Keiko, c'è un istante in cui il nulla e il tutto si incontrano ed è difficile capirne la differenza!
    Molto bello il tuo colloquio con Sara, un abbraccio e cosmico fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così: tutto e niente assumono la stessa connotazione.
      Ciao carissima e buon we:))

      Elimina