mercoledì 27 febbraio 2013

Cosa esser tu?!




Io ADORO Brucaliffo!!!
E per un po' di tempo ho voglia di sentirmi come lui: strafumato, trasognato, fuori dal mondo, fuori dal tempo, irreale ma  più concreto e giudizioso di tanta gente che conosco.
"Cosa esser tu? Un'incognita?"
E già mio caro Brucaliffo, sono un'incognita, un punto interrogativo, un'esclamazione, una parentesi aperta che non trova quella che si chiude, un interrogativo che  cerca risposte, una Alice che non ha mai creduto a nessuna meraviglia. Si supera tutto. Le spalle sono forti. E non si può scappare mai, specialmente da se stessi. Sono passati alcune settimane da quell'episodio del post precedente, che come ho specificato, è rimasto a sedimentare a lungo nelle bozze e anche solo scriverlo mi è servito. I lividi sono sbiaditi, il cuore è scorticato, ma sono sempre più consapevole di essere un osso duro, in grado di superare prove ardue senza fare troppe lagne: piagnucolare non serve a niente: si volta pagina.
Guardo questo meraviglioso film e vedo Bianconiglio che ha fretta,  le ostrichette cantare spaventate dal tricheco affamato e lo Stregatto con gli occhi ipnotici. E poi la fantastica poesia del Brucaliffo:
Il coccodrilletto nel fiume un dì discese, e a nuotar sorprese di pesci un bel gruppetto. E tutto arcigiulivo gli artigli suoi arrotò, dischiuse poi le fauci, ed i pesci si mangiò.
E si caro Brucaliffo!
Mi sa che tu hai capito tutto della vita e gli stolti siamo noi!!
Senti caro amico, visto il momento un po' faticoso che sto attraversando, non è che mi passeresti un po' della roba che ti fumi?!

12 commenti:

  1. Ciao Keiko, abbiamo letto anche il tuo post precedente, forse forse una mazza da baseball chiodata ti sarebbe più utile della roba del brucaliffo: pensaci.
    Un abbraccio zamposo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi entrava nella borsa :(((
      Ora è tutto ok
      Ciao ragazzi

      Elimina
  2. Scusate, ho cancellato un commento per errore.
    Non ho fatto in tempo a vedere di chi fosse, me ne scuso.

    RispondiElimina
  3. A dire il vero non c'e proprio piu il post di prima! :-[

    RispondiElimina
  4. era il mio. ma non lo riscrivo...

    RispondiElimina
  5. è vero !...hai cancellato anche il tuo post con tutti i commenti fatti ??!

    RispondiElimina
  6. ...ecco, appunto, se ti dovesse passare della roba per favore fammi sapere il nome e dove trovarla.
    Bene "osso duro", così ci piaci anche di più.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  7. i cartoni insegnano sempre qualcosa, sarà per questo che nonostante il passare degli anni non mi stanco mai di guardarli!
    il brucaliffo è proprio da stimare!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Mi piace il brucaliffo, mi piace la sua saggezza, mi piace... anche se mi spiazza il suo cambiamento la sua trasformazione.
    :)

    RispondiElimina
  9. Mi spiace non aver letto "Invisibile", mi arrovello cercando di capire l'attore della violenza, che dalle poche righe rimaste non si capisce.

    Ti sono vicino, e visto che siamo in un post di cartoni, riguarda il Re Leone -Ricorda chi sei-.

    Anche Simba si è trasformato.

    RispondiElimina
  10. Keiko apprendo solo ora che sei stata vittima di una violenza... Mi dispiace, spero tanto che tu abbia denunciato il BASTARDO che ti ha fatto del male.
    Ti abbraccio forte forte.
    Xavier

    RispondiElimina