mercoledì 3 aprile 2013

Esseri spregevoli!

martedì 2 aprile 2013

NAZZANO, UCCIDE 4 CUCCIOLI MAREMMANO TAGLIANDOGLI GOLA E ZAMPE:


EARTH: INACCETTABILE,CHIEDEREMO
 IL MASSIMO DELLA PENA.
(OMNIROMA) Roma, 02 APR - Prima li ha uccisi tagliandogli la gola e le zampe, poi li ha gettati in un cassonetto. Per questo un egiziano di 50 anni che lavora come collaboratore in una fattoria di Nazzano di proprietà di un 85enne del luogo, in provincia di Roma, è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Torrita Tiberina per uccisione di animali. A segnalare la vicenda ai militari la Lega Antivivisezione. Allertato anche il servizio veterinario della Asl di Rignano Flaminio. Subito sono scattate le indagini dei carabinieri che hanno identificato l'uomo che si era vantato pubblicamente del gesto, asserendo di averlo compiuto non sapendo cosa farsene degli animali essendo la madre dei cuccioli morta. 
Nessun commento:  

A me mancano persino le parole, persino i pensieri non riescono a seguire un senso logico. Ma come sono queste persone? Hanno le fattezze di mostri o si mimetizzano in mezzo a noi? Hanno sangue rosso come quello che fanno versare o un fluido scuro  e nausabondo?
Esisterà una pena, una legge, un pubblico ministero, un giudice, qualcuno che lo sbatte a lavorare in una cava di travertino e sostituire manualmente una ruspa o basterà una pacca sulle spalle e una multa che non pagherà mai?
Sono giorni strani per me, giorni in cui non mi sento molto affine al resto dell'umanità e questo post mi ha convinto che forse non sono io quella del tutto stramba. 

22 commenti:

  1. A te mancano, giustamente le parole. A me vien voglia di uccidere. Si, sono convinta che se vedessi una cosa del genere sotto ai miei occhi potrei tranquillamente uccidere. So che ne sarei capace. Qesti episodi tirano fuori la parte peggiore di me. So che posso odiare con una tale intensità quanto poso amre questi esseri che considero molto, ma molto meglio di alcune persone che tali non si dovrebbero chiamare, perchè non sono degne neanche d essere chiamate bestie. Gli auguro tutto il male del mondo e con tutto il cuore.
    Raffaella

    RispondiElimina
  2. in questi casi reputo giusta la pena di morte

    RispondiElimina
  3. Io proporrei di fare la stessa cosa all'egiziano in modo che possa capire che strazio hanno provato quelle povere bestiole, prima di morire anche lui. Non sarebbe una grave perdita per l'umanità la sua dipartita.

    RispondiElimina
  4. Non sono neanche riuscito a leggere tutto il post!
    In certi casi, perdo ogni speranza sulla bontà e sull'intelligenza dell'uomo. Siamo crudeli, e come diceva Quasimodo, sebbene abbiamo sviluppato la nostra scienza, siamo rimasti gli stessi della preistoria...forse siamo persino peggio.

    RispondiElimina
  5. Solo con pene esemplari, si può sperare che questi gesti non accadano più.

    RispondiElimina
  6. Io farei a loro esattamente la stessa cosa, né più né meno.
    Quanto al senso di estraneità rispetto al resto dell'umanità, è comprensibile e capita anche a me, sempre più spesso. Quando mi succede, cerco di concentrarmi sul fatto che non ci sono soltanto vermi del genere in giro.

    RispondiElimina
  7. Aveva ragione mia nonna quando diceva: " Chi non ama gli animali non ama nemmeno i cristiani".
    Sbattiamolo in una cella e lasciamocelo!
    Buona giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  8. Ciò che si può dire di questa ed altre barbarie simili, conferma solo che
    "Chi non ama la vita di altri esseri viventi, non è in grado di amare se stesso".

    Va detto un plauso ai Carabinieri(sopratutto di questi tempi) per l'arresto di questo barbaro ed altri simili.

    Tu dici che ti mancano persino le parole...ed hai ragione, tuttavia dico: ma c'è bisogno di aggiungere altre parole, quando manca l'amore per tutto ciò che è la Vita in se e per se?

    Buona giornata.

    RispondiElimina
  9. Noi Jene riserveremo a questo str**o lo stesso trattamento: a cosa gli servono mani, piedi e gola?
    Un abbraccio zamposo

    RispondiElimina
  10. Ciao Keiko,
    che essere ignobile è questo qui?
    Come fa a chiamarsi uomo?
    Non abbiamo parole...
    Un abbraccio
    Idgie e Ruth

    RispondiElimina
  11. Purtroppo queste persone non hanno le fattezze di mostri, almeno non esteriormente, ecco perchè non si riconoscono subito.
    Spero che quei cuccioli siano felici nel Paradiso dei cuccioli e che quel figlio di buona donna possa subire almeno metà del dolore che gli ha causato.
    Ecco, questo è uno dei casi in cui riproporrei la pena di morte in Italia.
    Un baciotto

    RispondiElimina
  12. ne esistono molte persone cosi la cui crudelta' e' senza confini. persone che non hanno il senso della vita, qualsiasi essa sia. persone alle quali non e' stato insegnato che gli animali, soprattutto quelli che vivono nelle nostre case, sono nostri fratelli.
    le leggi fanno poco sugli assassini, figuriamoci con chi crudelmente sevizia ed uccide questi esseri.
    ricevo da amici volontari, quotidianamente, oltre 30 mail al giorno di animali abbandonati, gettati sulla strada, torturati. sono immagini che, ogni volta che le guardo, mi fanno talmente male da ritrovarmi, spesso, a piangere davanti al pc in ufficio...
    le persone crudeli ci sono... e sono tante....

    RispondiElimina
  13. La vigliaccheria è un male incurabile; unita alla bastardaggine e all'imbecillità crea quel mix che porta a pensieri omicidi verso chi raggruppa in sé queste "qualità".
    Invece delle gambe e della gola, credo che il taglio netto del pisello sarebbe una buona cura senza avere la parvenza di una (pur giusta) vendetta.
    Ciao.

    RispondiElimina
  14. Come potrai immaginare sono senza parole, la mia rabbia non riesce a esprimersi.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. pezzo di merda, ecco...è l'unica parola che mi viene, gran pezzo di merda!

    RispondiElimina
  16. Lasciarlo in prigione sarebbe troppo comodo in questi casi io applicherei la legge del taglione, magari non servirà a niente ma sicuramente ci sarebbe uno stronzo bastardo in meno sulla faccia della terra.
    ciao

    RispondiElimina
  17. se ne vantava? pure? qui raggiungiamo proprio i più alti livelli di stupidità e ignoranza umana... ma le avessero mozzate a lui la gola e le zampe, alla vera bestia!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Eppure quanti di voi mangiano animali e derivati?
    La mia non vuole essere una provocazione, solo un invito a riflettere e a fare il collegamento dovuto.
    Che differenza c'è tra un cucciolo di cane e uno di mucca, maiale, ecc.? ;-)
    Sapete come vengono uccisi gli animali nei mattatoi? Esattamente come sono stati uccisi questi cuccioli di cane, ossia tramite sgozzamento. Documentatevi, leggete, informatevi, guardate video.
    Mi permetto di lasciare questo commento perché sono felice di leggere così tanta indignazione, ma vorrei che la stessa fosse estesa a tutti gli altri senzienti che vengono sfruttati e uccisi ogni giorno in numero di migliaia al minuto, senza una reale necessità, se non per abitudine e profitto.
    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto bene ha lasciare il tuo commento: lo sai che la penso come te e se fossero stati maialini o caprette o serpenti per me non cambiava niente.
      So quanto ti dai da fare per portare avanti le tue idee che condivido e puoi usare il mio blog quando vuoi.
      Purtroppo il pensiero comune è che tutti gli animali sono figli di un dio minore.
      Difficile da sradicare, ma si può lavorare.
      Un abbraccio

      Elimina
    2. Grazie.
      Ricambio l'abbraccio. Se mi sono permessa di lasciare questo commento infatti è anche perché so che tu sei sensibile al tema. :-)

      Elimina
  19. Simili cose andrebbero punite con pene corporali delle più severe, anzitutto...e poi...e poi non so, se aggiungessi altro rischierei di essere a mia volta inumana!

    RispondiElimina
  20. ..non esiste pena sofferente, sufficiente a far capire a certe anime certe nefandezze, meglio sarebbe eliminarle...notte Keiko..

    RispondiElimina