sabato 27 aprile 2013

Eva contro Eva, ovvero i miei rapporti difficili con le donne

Ho sempre pensato e continuo a farlo, che i peggiori nemici nemici delle donne siano ....le donne!
Ovviamente mi baso su esperienze personali, ma sono talmente tante e talmente esplicative che potrebbero far parte di uno studio sociologico.
Quando frequentavo le superiori, scuola femminile, ero una secchiona. Voti da paura,durante il tirocinio, tutto il personale dei vari ospedali dove praticavo, si sperticava di elogi; le mie adorate compagne che mi rivolgevano a malapena un saluto perchè all'epoca io dimostravo dodici anni e loro facevano di tutto per mostrarne venticinque, si ricordavano improvvisamente del mio numero telefonico e mi trovavo a dettare relazioni e riassunti al duplex facendo esplodere d'ira la signora che aveva la linea unita alla nostra.Alla maturità mi vidi il voto pertinente la materia che più mi interessava abbassato, perchè una mia compagna che aveva una relazione con un primario ottenne di monopolizzare il voto migliore. Morale: me la sono presa in quel posto.
Poi sono esplosa: discoteche, ragazzi, gite di nascosto, ore e ore al telefono sempre e solo con i maschi; come mi piaceva qualcuno, c'era la scema di turno che faceva di tutto per fregarmelo. E siccome gli uomini sono moooolto fragili........ Me ne ricordo uno di ragazzo che mi fece proprio inc...zare! Quattro mesi insieme, passeggiate, chitarra sulla spiaggia al chiaro di luna, mare e cavalloni solo per noi. Poi è andato in campeggio in montagna: cartoline piene di baci, mi manchi, i need you...... Ci siamo rincontrati sotto la lampada Osram e mi dice che tutto sommato quell'altra è meglio.Gli ho detto d'impiccarsi. Primo capodanno fuori casa, Piper, vestito nero fichissimo,tacchi a spillo, a dieci minuti dalla mezzanotte un fotomodello straniero( non ubriaco) bello come un dio greco, m'invita a ballare e allo scoccare dell'anno nuovo mi bacia come nemmeno credevo fosse possibile: mi pulsavano persino le orecchie! Siamo rimasti incollati fino alle sei e non l'ho rivisto mai più. In una notte ho capito cos'era la passione e ho perso tutte le amiche. Sparite. Se uscivo io, loro se ne andavano.  Poi mi sono innamorata sul serio. E lì ero pronta a cavarle gli occhi: ci ha provato, ehhh se ci ha provato! Visto che non ci riusciva, ha cominciato a sparlarmi alle spalle. Il matrimonio l'ha lasciata basita. Ma non zitta.
Poi ci si sono messe tutte le parenti femmine acquisite: siccome gli amici( quasi tutti maschi)  venivano spessisimo a trovarci a casa, non hanno trovato di meglio da fare che mettere in dubbio il mio comportamento; mi mandavano un moccioso nipote a casa per controllare e regolarmente lo sbattevo fuori la porta. Avevo ventidue anni, ero più controcorrente di ora, mi controllavano la lunghezza della gonna e io mi mettevo gli shorts, l'altezza dei tacchi e io mettevo il tacco dodici. Poi mi sono scocciata e ho cominciato a controbattere con discorsi acculturati che non significavano un cavolo: una supercazzola ecco.... E le ho azzittite!! Ora mi guardano con un velo di compassione e pietà: sono malaticcia e mi ostino a scribacchiare cose che  loro non leggeranno mai e soprattutto non sapranno mai; i miei problemi con la depressione mi mettono sullo stesso piano di uno psicopatico, un Ted Bundy de' noantri.
No, non mi trovo bene con le donne. Sono invidiosa in senso positivo con quelle donne che hanno amiche da vent'anni. Non è nel mio destino. Pazienza.

P.S.
Nella foto mi paragono a Bette Davis: pure lei non è che se la passava meglio....

34 commenti:

  1. Hai ragione, dopo aver letto questo tuo post pare anche a me che il paragone con Bette Davis calzi proprio a pennello.
    Quel film l'avrò visto a suo tempo almeno un paio di volte.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eva è sempre tremenda.
      Se rinasco voglio essere Adamo!!
      Un abbraccio:))

      Elimina
  2. Sai, io penso che non ci sia nulla di male a non avere amiche da vent'anni... ci sono i pro e i contro in tutto. Dico così perchè forse non ne ho nemmeno io d così vecchie, ma la vita mi ha portato via tante volte che nessuna mi è corsa dietro!
    Ma c'è una cosa positiva in tutto questo; ho conosciuto un sacco di persone e le donne che ho incontrato mi hanno dato molto, moltissimo!

    Se le tue "amiche" ti guadano con compassione, bene, falla tua e vai avanti per le tua strada. Sono loro che ci perdono, perdono la scintilla che hai e che illuminerebbe la loro vita!

    Ciao fanciulla!!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara...!!!!
      Credevo che neanche tumi parlassi più....:)))
      Gli ultimi miei commenti ai tuoi post sono evaporati.
      La mia ultima amica se ne è andata a vivere in Calabria e piano piano abbiamo perso i contatti, malgrado io gli mandi sms ogni settimana.
      E' il mio destino, il mio karma.
      Grazie per la fanciulla:))......'na vorta...!!!!

      Elimina
    2. Ciao Fanciulla 'na Vorta!
      Cosa vuol dire che i tuoi commenti sono evaporati? Io non ho cancellato nulla e nemmeno negli spam c'è nulla...

      Ora ti sgrido; e... provare a scrivere se hai qualche dubbio? Ormai dovresti saperlo quanto io ami la sincerità.. se senti che c'è qualcosa che non va hai solo che dirlo... io non posso sapere ne che ti succede ne che succede alla mia casella di posta... o no?
      La mia mail si trova nel mio profilo... la prossima volta usa la tua manina santa e SCRIVI!!

      Ok, sgridata fatta ;-) torniamo a noi
      La tua amica se ne andata, so cosa vuol dire... potrei essere io la tua amica, la distanza, la nuova vita, le novità portano ad un inevitabile allontanamento e poi devi pensare che noi incontriamo le persone per una ragione, una stagione o per tutta la vita... Si, è nel tuo Karma, prima lo accetterai e prima andrai avanti serena...
      (Questa sembrerebbe una predica però... ma non lo è!)

      Sei una persona tanto sensibile e questo è bellissimo, ma sei anche tanto forte, lascia che la seconda prevalga sull'altra ogni tanto! ;-)

      Ti abbraccio di luce... spero che tu lo senta!

      Elimina
    3. Non ti arrabbiare:))))
      Mi era piaciuto moltissimo il post sul testamento biologico, condivido ogni singola parola che hai scritto e avevo postato un commento: può essere pure che non ho fatto invio, l'ho detto che sono un po' rinco in questo periodo. OK sto in ginocchio sui ceci per dieci, no cinque secondi!!!!
      Per il resto hai di nuovo ragione, c'è un motivo per tutto e ormai ho accettato questo fatto, anche quello che io ti sento amica e sento anche il tuo abbraccio:)))
      Un bacio:))

      Elimina
    4. Ahahahahaha.. e tu non stuzzicarmi!!

      Mi sa che non hai fatto invio.. nemmeno immagini quante volte succede a me!

      No dai, niente ceci... per sta volta! ;-)

      Guarda che a forza di darmi ragione potrei finire per crederci!!

      Un bacione grande!!
      :-)

      Elimina
  3. Lo sai che invece io riesco più facilmente a parlare con le donne?
    I maschi danno soluzioni, ma non ascoltano, tutti presi a trovare il modo di risolvere la questione che gli poni.

    Ciao! E' bello leggerti! Chi non ti legge non ti conosce! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attiriamo gli opposti.
      Hai ragione, le donne ascoltano ma giudicano molto. Forse gli uomini ascoltano di meno, ma sono meno categorici nei giudizi.
      Comunque è sempre questione di chi incontriamo sul nostro camino, ormai driblo le eventuali presenze, sia maschili che femminili.
      Buona domenica:)

      Elimina
    2. "driblo le eventuali presenze" ahahahahah! Bella questa.

      Elimina
  4. A me piacerebbe avere tante amiche, davvero! Ma mi sa che sono io che non piaccio tanto. Forse perché i discorsi sui vestiti o sui neonati mi annoiano a morte, e anche i blablabla sulla scuola e i professori. Alla fine sono pochissime le donne a cui vado a genio ma ti dirò, mi sono anche rassegnata. Machissene!
    E poi sì! Ce ne sono sempre un sacco che sparlano, come è successo a te.
    Insomma, per me le amiche donne sono un po' un mistero da osservare da lontano.
    Devo dire con certezza che il mio migliore amico è mio marito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevamo che in fondo a noi due ci hanno separato alla nascita........:))
      Anch'io penso di non piacere proprio alle mie colleghe donne e anche a me annoiano i dentini, la cacca, i vestiti e le chiacchere sui prof. e i genitori.
      Mi piacerebbe davvero farmi conoscere da loro, non sono così cattiva come credono.....
      Però forse è meglio così.
      Un abbraccione.))

      Elimina
  5. Io ho un'amica da 30 anni, qualche amica persa per strada e buone amiche ora. Le relazioni di amicizia sono sempre difficili. Da giovani ci si rapportava con le ragazze, era naturale e credo fosse anche naturale l'invidia e la competizione... fa parte della natura. Non credo, almeno questo è il mio pensiero, che ci sia un cattivo rapporto solo fra donne... è che l'uomo ha delle modalità di relazione differenti. Poi... è ovvio, c'è anche la sfortuna di aver incontrato persone che scarsa capacità affettiva :o)

    p.s. cosa c'entra un primario con la maturità scolastica?

    Un grande abbraccio
    Joh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti racconto la storia della maturità: la mia compagna di classe intratteneva una relazione con il primario di ginecologia che doveva fornire le relazione sul nostro operato. Secondo te chi si meritò il voto più alto? Era pure una capra!!! La moglie del primario sollevò un polverone spaventoso perchè all'inizio della relazione la ragazza era minorenne, finimmo pure sul Messagero e il docente di competenza si beccò persino una denuncia. Di fatto io presi un micragnoso 7 e lei usci con 10.
      Cose che capitano tra uomini e donne.
      Quasi quasi vado a fare l'oponionista dalla De Filippi:))))
      Bacio:)

      Elimina
    2. quindi immagino tu abbia fatto una scuola infermieristica. Sbaglio?

      Elimina
    3. Scuola per ostetrica, ai tempi non c'era la laurea per questa professione e il corso prevedeva tirocini in vari reparti: dalla sala parto, al nido, alla sala operatotia e via di seguito.
      Bei tempi:))

      Elimina
  6. Che le donne abbiano sempre avuto più difficoltà degli uomini a legare fra loro è palese, ma secondo me il fenomeno Eva contro Eva non è poi così frequente.
    Io ho delle carissime amiche da tanti anni e con loro non ci sono mai stati contrasti: secondo me dipende dalle persone e da qual è il loro concetto di amicizia.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uso la parola invidia senza cattiveria e spero che non venga fraintesa!!
      Invidio questa tua possibilità di avere una persona a fianco che ti capisce e con la quale puoi scambiare pareri con sincerità!
      Sono contenta che mi puoi smentire:)))
      Ti abbraccio forte:))

      Elimina
  7. Donne, uomini, sinceramente non c'è differenza: se uno decide di essere stronzo non c'è niente da fare.
    Meglio vagliare per bene chi si ha davanti prima di concedergli un pò di fiducia.
    Un baciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, su quello non c'è dubbio!!!
      Prima di chiamare una persona amica, è bene concesi tempo e occasioni.
      Baciobacio:))

      Elimina
  8. Sono d'accordo. Le donne sono il peggior nemico delle donne. Siamo tanto intelligenti e poi ci perdiamo in così poco. Quanto spreco. Se fossimo capaci di fare squadra, come gli uomini, forse non saremmo a questo punto.

    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti ci manca proprio quella capacità "da spogliatoio" di fare squadra senza stare a cavillare troppo su ogni parola, una pacca sulle spalle e passa tutto.
      Noi no. Dobbiamo stare a puntualizzare, a rimescolare sulle parole dette......
      Forse saranno più supeiciali gli uomini, sicuramente sanno legare molto meglio.

      Baciobacio

      Elimina
  9. Non siamo d'accordo, le donne non sono il peggior nemico delle donne: essendo prima di tutto individui a sè stanti, ci sono quelle che sono stronze per natura e quelle che invece non lo sono e diventano grandi amiche.
    Basta sapersi guardare intorno e avere fortuna!
    Un abbraccio
    Idgie e Ruth

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi riferisco ovviamente a esperienze personali.
      Poi gli incontri, i casi, le occasioni fanno il resto.
      La fortuna poi si sa, conta moltissimo.
      Un abbraccio:))

      Elimina
  10. In alcuni casi le donne sanno essere molto cattive con le altre donne , ma in genere , penso che quel tipo di donna è cattiva e BASTA. E se fa carognate ad un'amica di sicuro è capace di farne a chiunque ...
    Anch'io sai ho sempre sognato di avere un'amica vera , da sempre ...ma non è mai accaduto ..
    il mio brutto carattere credo ... : )
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io credo che in parte sia colpa del mio carattere: pretendo moltissimo da me stesa e di conseguenza dagli altri.
      Un abbraccio:)

      Elimina
  11. me la ricordo anch'io la lampada Osram Anto, eccome se me la ricordo; mi viene in mente soprattutto di Sabato pomeriggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che non ci sia più........

      Elimina
  12. Scuami keiko ma il tuo post "Ma che colpa abbiamo noi" non lo rammentavo proprio e allora, per farmi perdonare, sono andato a rileggerlo - 7 maggio 2012 - e che è successo? Ho ripetuto le tante risate che mi feci all'epoca con maggiore convinzione. Però il tuo post è veramente una cosa grande. Hai descritto così bene le stranezze, chiamiamole così, di automobilisti folli.
    Il mio di post è veramente una briciola di fronte al tuo, non c'è paragone.
    Ti ringrazio e ti invio un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma noi poveri pedoni viviamo questo tutti i giorni: tu studi strategie di attraversamento e io cerco di sopravvivere agli energumeni che provano a falciarmi.
      Vita dura di noi senza ruote.
      Bacio:)))

      Elimina
  13. Il duplex...sai che l'avevo proprio rimosso? Il tuo post tratta di un argomento veramente interessante e mi è piaciuto molto anche leggere i commenti dei tuoi lettori. Mi vien da pensare che già dall'infanzia da prima della classe abbia iniziato a consolidarsi la tua difficile relazione con le donne... Io che a scuola sono sempre stata "senza infamia e senza lode" non ricordo invidie di questo tipo, però a pensarci bene...sì, forse sono stata invidiata per via delle mie condizioni economiche.
    E' vero comunque che le donne sanno essere perfide se vogliono, hanno armi ben più insidiose dei maschi.
    Eppure se penso alla parola "amicizia" mi vengono in mente subito le amiche, non gli amici. Nel rapporto con le femmine, fin da bambina, c'è sempre stata quella confidenza, quella complicità, quel "capirsi subito" che coi maschi non avevo. In una prima fase della mia vita a causa della timidezza, poi perchè altri sentimenti, altre emozioni si infiltravano sempre nei rapporti con i ragazzi rendendoli complicati.
    Ora mi mancano un pò quei legami, così speciali ed intensi, che avevo con le amiche quando ero più giovane, però sono fortunata che seppure saltuariamente vedo ancora alcune amiche storiche più due che ho conosciuto verso i 30 anni. Ciao Keiko e scusami, ma questo tema mi ha preso così tanto che invece di commentare il tuo post ho fatto un lungo monologo!

    RispondiElimina
  14. Altro che scusarti:)))
    ll tuo commento è molto bello e mi aiuta a capire come alcune donne riescano a far funzionare i rapporti con le nostre"colleghe".
    Un abbraccio:)

    RispondiElimina
  15. ...penso che una buona amicizia dipenda da tanti fattori, non essendo una donna, non mi sento di dare opinioni vere, ma di certo so che l'amicizia fra una donna e un uomo non è così facile come si può pensare, ma quando scaturisce è duratura e sincera...bellissimo post...auguri Keiko..:-)

    RispondiElimina
  16. Probabilmente hai sempre incontrato donne str****! ;-)

    RispondiElimina