sabato 29 giugno 2013

Tutto torna


Qualche giorno fa stavo leggendo e insieme ascoltavo il tg: la notizia diceva che dopo alcuni anni di reclusione un sacerdote ha chiesto di essere ascoltato in Procura per fatti relativi alle sue incriminazioni, mentre il giornalista leggeva la notizia ha nominato anche l'oratorio del il mio quartiere, che insieme ad altri sette, sono stati citati in causa dall'ex prete per fatti di pedofilia tra preti e minorenni, e all'improvviso tutto tornava!!
Quindici anni fa mia figlia frequentava l'oratorio per poter fare la Comunione, tutti i suoi amici si fermavano anche per molto tempo finito il catechismo e ci andavano regolarmente quasi ogni giorno. Io avevo delle strane sensazioni: troppi adulti, troppi educatori per correre dietro una palla, troppi uomini in mezzo a ragazzini: mi confidai con la mamma di una sua compagna e  scoprii che anche lei aveva delle remore a mandare la figlia oltre al regolare catechismo, ma la più restia era la madre di un maschietto, per altro molto devota, ma poco propensa a mandarlo a giocare lì. La prima cosa che m'impressionò fu il bullismo feroce che v'incombeva , le bestemmie dei ragazzini si sentivano fino nel bar e nessuno li riprendeva mai: nè educatori, nè sacerdot, nè suore. Subito dopo la comunione iniziarono i campi estivi e già pensavo a quale scusa inventare per non mandarci mia figlia, ma lei mi stupì: mi disse che per nessun motivo sarebbe andata a passare qualche ora in quel posto; a fne estate scoprii che neanche gli altri due ragazzini ci erano voluti andare. Non si poteva fare nulla di serio, quelle che avevamo erano solo sensazioni, sfumature, dubbi, che sarebbero potuti sfociare in diffamazione e calunnie. Subito dopo fece il catechismo per la Cresima e bisognava trascinarla come un cane al guinzaglio, praticamente s'inventava ogni malanno possibile; finita la Cresima non passò neanche più su quel marciapiede. Lo evita anche ora.
Adesso è tutto chiaro: un giro di prostituzione minorile tra preti e ragazzi di strada.
Chissà in quanti sapevano, in quanti facevano finta di niente, chissà se ragazzini hanno subito delle avances.
Eppure il loro "Capo" era stato chiaro: se guardi con occhi concupiscenti un bambino, meglio che ti cavi l'occhio piuttosto che venir giudicato da Lui. Ma lo ricorderanno che Li vede e legge nei loro cuori?
E soprattutto, perchè portano quella croce che io reputo sacra e loro la oltraggiano solamente?
Oggi ho visto l'arresto del prelato che ha una casa di 400 metri quadri e veniva chiamato "Don 500", perchè maneggiava  solo banconote da 500 euro.
Che tristezza.
Era un Uomo vero quello che viaggiava in groppa ad un asino e mangiava erbe e locuste nel deserto; non era un personaggio da fumetto.
Gran parte di quello che dice la Chiesa, Lui non  l'ha mai detto.
Ma che sia il caso di  rimandarli in seminario?!!

8 commenti:

  1. La Chiesa sui preti pedofili ha sempre creato uno scudo impenetrabile, trincerandosi dietro assurde scuse... VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA!!!!

    RispondiElimina
  2. Due parole soltanto.
    In seminario? Io consiglio di mandarli in qualche altro posto con tante sbarre a porte e finestre e buttare le chiavi.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  3. Sono secoli che la chiesa sfrutta Dio e l'universo per farne guadagno. Non dimentichiamo che nell'antichità (nemmeno così lontana) i preti VENDEVANO i biglietti per il paradiso...
    Fanno schifo e il peggio è che nessuno fa nulla perché la verità è che sono dei MAFIOSi. Quanto schifo nasconde il Vaticano? Chi osa dire qualcosa viene fatto fuori, questa è la verità. Ipocriti di merda! (scusa il francesismo) E il peggio è quando se la prendono con i bambini perché sono dei MAIALI REPRESSI. Andrebbero castrati TUTTI! Vigliacchi senza palle.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. mio padre e mio marito hanno subito avances da piccoli. e ce le hanno raccontate.
    una famiglia in cui si parla è sempre meglio di quelle in cui si tace.

    per fortuna non ho frequentato oratori. al corso per la comunione e cresima stavo come un pò sospesa... avevo sensazioni che non mi piacevano, ma nessun gesto, ma non mi "fidavo".
    anche certi insegnanti di religione, a scuola, non mi hanno mai convinto, come persone.
    non li vedevo sinceri, puliti.
    naturalmente ho tenuto i miei figli lontani dalla chiesa. se vorranno scegliere di essere religiosi lo dovranno fare da adulti, adesso.
    no, non mi sono mai fidata e non mi fido.
    non escludo che possano esserci molte eccezioni..
    ma appunto, come si riconoscono ? è possibile capire ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche mio padre è cresciuto in un collegio di preti: dai 3 ai 16 anni. Quando racconta certi fatti mi viene da tapparmi le orecchie. E sembra che niente sia cambiato da quegli anni.

      Elimina
  6. Scusa se la volta scorsa non ho notato questo post. Penso tu possa capire perché dall'età di 9 anni mi sono allontanato dalla chiesa. Posso però dirti che a quell'età ero già piuttosto robusto e sveglio. Il prete ha dispensato le Cresime con un occhio nero. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero?!!!
      Credevo che solo mio padre fosse una specie di mostro che picchiò un prete...... forse avevano un virus che non è mai stato debellato

      Elimina