sabato 24 agosto 2013

Cognizione di causa


 ...adesso ricevo molte telefonate.
tutte uguali.
“sei Charles Bukowski,
lo scrittore?”
“sì” dico io.
e mi dicono che capiscono quello che scrivo e alcuni di loro sono scrittorio o vogliono diventarlo
e hanno impieghi noiosi e orribili e non possono sopportare la stanza l’appartamento i muri quella sera, vogliono qualcuno con cui parlare,e non riescono a credere che non posso aiutarli che non conosco la formula.
Non riescono a credere che spesso di questi tempi mi chiudo in camera mi afferro la panza
e dico:
“Gesù Gesù Gesù,
un’altra volta
no!”
non riescono a credere
che la gente senza amore
le strade
la solitudine
i muri
sono anche miei.
e quando riaggancio il ricevitore
pensano che mi sia tenuto per me
il segreto.
Non scrivo con cognizione di causa.
Quando suona il telefono
piacerebbe anche a me sentire parole capaci di alleviare un po’ di questo.
Ecco perché il mio numero
è sull’elenco.
Charles Bukowski, 462-0614.
***
da “L’amore è un cane che viene dall’inferno”
(trad. di Katia Bagnoli, Guanda, 2007)

Mi è piaciuto moltissimo questo pezzo , lo trovo straordinario: dice che non scrive con cognizione di causa...

About these ads

6 commenti:

  1. Purtroppo non conosco assolutamente nulla di questo scrittore ma sai com'è la mia ignoranza è tale che supera ogni più rosea immaginazione.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  2. Ciao Keiko,passavo di qui e volevo lasciarti il mio saluto,spero tu stia bene e sia serena. Un bacio <3

    RispondiElimina
  3. Spesso il nostro amico Bukoswski è un genialoide incompreso, per taluni solo capace di scrivere di prostitute e alcolisti.
    Ma dentro di lui c'è molto di più, c'è questa insofferenza alla solitudine vera che lo ha sempre attanagliato e questo desiderio d'amore di cui tutti abbiamo bisogno!
    Abbraccio di cuore, Keiko mia!!!!

    RispondiElimina
  4. ...ma non tutti comprendono questo richiamo d'amore.
    Bellissimo brano ,fa riflettere tanto! Grazie!
    Ciao cara,e buon lunedì!
    Luci@

    RispondiElimina
  5. Non ho mai letto Bukowski ma mi piace come descrive questo suo stato d'animo.
    Buona settimana, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  6. è un libro che tengo sempre a portata di mano, ogni tanto lo apro a caso e leggo una sua poesia, ieri ho letto birra e appena morto.
    chissà quante volte le leggerò ancora.

    RispondiElimina