giovedì 21 novembre 2013

Gli occhi degli altri

Io non le sopporto.
Non le sopporto proprio, è più forte di me.
Parlo di quelle persone che fanno le cose per gli occhi degli altri.
Vado ad esporre.
Sabato mattina: spalanco la finestra del bagno per  poterlo pulire col vaporetto e sento subito i dirimpettai del piano terra che urlano ( difficile non sentirli, urlano da quando hanno preso quella casa e cioè gennaio scorso) Già non li sopporto molto, li ho ribattezzati la famiglia di Peppo Pig, lui è il famoso cacciatore di cui parlavo in un'altro post; hanno comprato una casa che in origine aveva un giardino enorme e bellissimo e Peppo Pig ci ha fatto una colata di cemento, un recinto per il suo cane rognoso che sembra la dimora di una tigre, ha messo in posa un forno all'aperto grosso come casa mia e poi piscina, giochi, luci, di solito le sue feste cominciano al mattino e finiscono il mattino dopo, mentre arrostisce tutto quello che trova. Peppo Pig lavora una tantum e difatti riflette il motivo per cui i servizi di trasporto pubblico vanno così male a Roma: lavora 4/5 ore e riposa 4/5 giorni.
Ma torniamo a bomba. Peppo e Peppa Pig, armati di cazzuola, cemento, pale e livelle stanno discutendo su dove costruire un nuovo edificio ma mettendolo in modo che sia ben visibile da tutto il circondario. Dopo oltre mezz'ora capisco cosa è quel monolocale in mattoni e tetto rivestito in legno: Peppo sta facendo il presepe. No. Non ci credo! Lo rimira osservando minuziosamente da quale parte si vede meglio dall'esterno: si avvicina il figlio piccolo, 4/5 anni, dice solo due parole: cacca e  caco. Finito, non dice altro, almeno di intuibile. Nel suo strano linguaggio dice a Peppo e Peppa di voler spostare il presepe: non l'avesse mai proposto. Un fiume di parolacce si riversano sul piccolo analfabeta, lo insultano che non capisce un caxxo, che se spostano il monolocale del povero ( ma povero davvero) Cristo, i vicini non lo vedranno mai e che lui deve tornare a spulciare la cagna rognosetta nel mega recinto insieme alla sorella, la quale tenta  di porre alcuni legnetti sul tetto del presepe. Tragedia. Peppo e Peppa infuriati, ridicoli con le pale e le livelle in mano urlano alla ragazzina che le fascine vanno sistemate in modo da attirare l'attenzione di chi guarda e non così brutte come le ha messe lei. Se ne torna piangendo dal cane rognoso in compagnia del fratello che continua a dire cacca, mentre i Pig, tutti presi allestiscono un presepe più grosso di quello del Vaticano. Quanto amore! Quanta condivisione. Proprio il posto dove il Bambinello vorrebbe venire!!
Sono convinta che Peppo non mi priverà della visione di un bue e di un somaro veri ( in realtà lui è simile ad entrambi gli animali) e sono sicura che dopo che tutti li avranno rimirati li ficcherà nel forno.
Se non ci fossero gli occhi degli altri...quanti idioti in meno!!!

16 commenti:

  1. Ecco. Questo è uno dei motivi per cui odio il Natale. La gente così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh...allora siamo in due!!
      Pensa che mi chiamano Grinch...

      Elimina
  2. Prorpio un bell'esempio che danno ai loro figli.
    Spero che quella sorta di uragano con tanto di chicchi grandine grossi come pietre
    si sia abbattuto sul onolocale costruito da peppe e peppa.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macchè!!!
      Pensa che c'hanno un gazebo di 40 metri quadri imbullonato al cemento: resiste pure ad uno tzunami:(((
      Un salutone:)

      Elimina
  3. Stai insultando Peppa Pig e la sua famiglia (cartone preferito dei miei nipoti)
    SAPEVILO!!!
    :o))
    Joh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MA TU VUOI CHE MUORO!!!! ( Bastianich docet)
      Mi raccomando, dì ai tuoi nipotini di avvertire la famiglia di Peppa Pig di non passare mai da queste parti, altrimenti Peppo il Tarocco la ficca nel megaforno!!

      Elimina
  4. vuoi dire che esistono davvero persone così?!!... non posso crederci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credici credici: pensa che la festa del primo maggio è iniziata il primo alle 9 ed è finita il quattro alle tre e mezza di mattina!!

      Elimina
  5. Spassosissimo, se non ci fosse da avere paura! :)
    E il povero piccolo cacca-caco che è? Immagino sia uno di quei nuovi cosiddetti "born digital", considerati superiori al vecchio homo sapiens solo perché veloci a sditeggiare su telefonuzzi e nintendo... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che sappia digitare alcunchè: non sa neppure contare, a parte il numero di cacca-caco che ripete in continuazione. Forse è un sistema numerico avanzato:)

      Elimina
  6. Il mondo è fatto di persone strane e di stranezze.
    Diceva una mia cognata,
    " ogni figura è un fatto"
    mentre lo diceva se la rideva.

    Quasi quasi lo vengo a vedere il presepe di Peppo e Peppa;)

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo!!! Il presepe di Peppo no!!! Vieni a vedere quello del Papa che è più raccolto....

      Elimina
  7. Sai Antonella, dovresti fare di tutto perché i due si separino. Io avevo una famiglia, nella villetta vicina alla mia, dove si gridava sempre, in modo particolare al mattino, ore 7, per svegliare i figli che dovevano andare a scuola. Senza poi contare le liti tra marito e moglie. Lei ha scoperto che lui aveva un'amante e quindi ha preso figli, bagagli e cose personali per andarsene via di casa. Lui, naturalmente ha fatto subito entrare l'amante, ma fanno profilo basso e noi possiamo dormire e vivere in pace.
    Quello che mi sorprende è che nel fare un presepio bisognerebbe coinvolgere i figli e non si deve guardare solo a cosa diranno i vicini. Se ti dovessero chiedere cosa ne pensi dovresti dire che è un abbrobrio (lascio a te trovare le parole), anche se non fosse vero, almeno il prossimo anno faranno qualcosa di più modesto a livello dei loro figli. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo sai che i vecchi proprietari hanno fatto esattamente come i tui vicini!!!
      Ma questi... e chi li schioda da qui!!!
      Mega piscina, mega forno, mega gazebo e ipermega presepe!!
      Perchè non fate un pulman e venite a vederlo:))))

      Elimina
  8. Vicini del genere non ne ho ancora avuti, e si che ne ho vista tanta di gente strana :)

    RispondiElimina