sabato 30 novembre 2013

Lotta impari


Inutile girarci intorno, inutili tutte quelle frasi fatte trite e ritrite. Ci sono giorni in cui tutto sembra inutile.
Detesto il pietismo, il buonismo, il buonsenso e tutte le altre tiritere: ci sono momenti in cui è solo così che ci si sente. Si, reagisci, cavolo se lo fai! Da una vita e oltre lo fai, senza mollare colpo, ignorando il fatto che i mulini a vento non smetteranno mai di girare; e te stai  lì, in groppa a quel ronzino che è la tua vita, con la lancia in resta, ti accorgi che Sancho Panza è rimasto indietro, non regge il passo o l'ha proprio perso. A volte pure quegli stupidi mulini fanno paura.
Che si fa quando lotti, combatti ( perchè non servono mica sempre unghie e denti per sopravvivere, ci sono forme talmente sottili di istinito che si fatica a riconoscerlo), interpelli quello che per il momento è l'ultimo degli "specialisti", che poi secondo me non capiscono un c@xxo e ti senti dire che hai sviluppato una forma di patologia farmaco resistente. E allora che faccio dottore dei miei stivali: vuoi che muoro?!!! Vuoi che muoro e non rubo il tuo tempo così prezioso, che sembri quasi scocciato dal fatto che non sai che cavolo dirmi?!! Che faccio allora io della vita che mi resta e che non riesco più ad affrontare?
Ho letto un meraviglioso post in un blog di una cara persona in cui dice di raccontarsi senza finzioni e veli; ecco lo sto facendo, sono ancora più indifesa e non mi piace, ma non voglio aver paura di quei mulini.
E allora scrivo, senza senso, senza filo logico, scrivo per non pensare, per pensarci ancora di più: è una lotta impari quella con la vita.
Una vita in prima linea a combattere il mostro che mi tiene compagnia da decenni e poi ti dicono  che le munizioni sono a salve!!
Come combatto io ora!
E se non avessi più voglia di farlo? Se fossi così infinitamente stanca da voler scendere dalla groppa di Ronzinante, buttarmi per terra e vedere la luna che sorge e splende fino a quando ho occhi per farlo?
Non perdete tempo a commentare questo post nonsense: ce ne ha solo per me, per il mio fucile scarico e il mio mostro che si sfrega le mani.

Nessun commento: