mercoledì 28 agosto 2013

Qualcosa non funziona.

In questo post non posso proprio inserire alcuna immagine. Ora capirete perchè.
Non sono bigotta, benpensante, ipocrita o troppo vecchia da essermi dimenticata che sono stata adolescente anche io, ma quelle di oggi mi fanno paura. Veramente paura.
Girovagando su facebook ho cercato i compagni delle medie di mio figlio: stiamo parlando di ragazzini che ancora non arrivano a quindici anni, ho trovato le pagine di alcune sue ex compagne e mi è venuta la pelle d'oca. Sdraiata di fianco a bordo piscina, novella Marilyn, labbra protese, slip praticamente ridotto ad un filo interdentale ed in topless coprendo con le mani quello che faceva di tutto per mostrare; altra foto: baci focosi e francesi cercando di leccarsi a vicenda i piercing; tutti sdraiati sul divano tra bottiglie di birre e spinelli, come dice Verdone: n'omo, na donna, du' donne...pose che pensarle addosso ad una quattordicenne fa venire il mal di stomaco. Mia figlia, quella iena, mi ha visto "turbata" e allora mi ha fatto vedere un secondo profilo accessibile a pochi: come posso definirlo? Osceno? Censurabile? Io preferisco stupido perchè includeva le foto e i commenti delle madri delle giovani: "Lascialo perdere quello che ti farà solo soffrire" oppure " Fagli capire che ci stai così magari ti fai le vacanze gratis" o ancora " Visto com'è sexi la mia Tizia col perizoma?" oppure " Non c'è mai morto nessuno di erba!"
Ora lasciamo perdere il fatto che io a quattordicianni portavo ancora i calzettoni, pettinavo le Barbie e ho fatto quello che andava fatto in altra età, quello che mi ha fatto davvero pensare è successo la sera.
Quando è tornato mio marito dal lavoro, mia figlia gli ha mostrato quelle foto: voleva dimostrarmi la sua teoria che è tutta colpa dei genitori se le ragazzine vogliono sembrare delle baby battone e così ha acceso il suo maxi schermo del pc e le foto sembravano ancora più oscene, il mio pc ha lo schermo largo un palmo e molti particolari non li avevo visti.
- Papà, quant' anni je dai?
Questo è un suo tormentone, qualsiasi cosa io indossi o comunque mi pettini, mi dice dietro : " quant'anni me dai?" alludendo che tutte vogliamo sembrare più giovani.
Risposta del padre
- Ma chi sò? Ma 'ndo l'hai prese ste' smandrappe? E  che c'avranno.... 25- 28 anni
- A papà, questa moretta è quella ragazzina che andava alle elementari con Dario, quella che zagajava, che non c'aveva mai i compiti e manco lo zaino e quest'altra è quella biondina mezza scema che tu fijo ce s'era pure "fidanzato" Sto scemo pure er regalo de San Valentino ja fatto!! Ha fatto spende 10 euro a mamma! Sete proprio scemi voi maschi!!
- Voi dì che queste c'hanno quattordicianni?!
E già! quelle ragazzine si svendono come carne in offerta speciale sul bancone del macellaio, col consenso fiero dei genitori e quelle che non fanno come loro sono considerate delle povere imbecilli.
So che le foto che si mettono nel web ci rimangono in eterno: se ne pentiranno mai?

sabato 24 agosto 2013

Cognizione di causa


 ...adesso ricevo molte telefonate.
tutte uguali.
“sei Charles Bukowski,
lo scrittore?”
“sì” dico io.
e mi dicono che capiscono quello che scrivo e alcuni di loro sono scrittorio o vogliono diventarlo
e hanno impieghi noiosi e orribili e non possono sopportare la stanza l’appartamento i muri quella sera, vogliono qualcuno con cui parlare,e non riescono a credere che non posso aiutarli che non conosco la formula.
Non riescono a credere che spesso di questi tempi mi chiudo in camera mi afferro la panza
e dico:
“Gesù Gesù Gesù,
un’altra volta
no!”
non riescono a credere
che la gente senza amore
le strade
la solitudine
i muri
sono anche miei.
e quando riaggancio il ricevitore
pensano che mi sia tenuto per me
il segreto.
Non scrivo con cognizione di causa.
Quando suona il telefono
piacerebbe anche a me sentire parole capaci di alleviare un po’ di questo.
Ecco perché il mio numero
è sull’elenco.
Charles Bukowski, 462-0614.
***
da “L’amore è un cane che viene dall’inferno”
(trad. di Katia Bagnoli, Guanda, 2007)

Mi è piaciuto moltissimo questo pezzo , lo trovo straordinario: dice che non scrive con cognizione di causa...

About these ads

martedì 20 agosto 2013

Un'amica lontana



C’è un amica che parte:
- Cosa vuoi che cambi? Vi vedevate così spesso?
- Ma no, con la vita che fa! Qualche volta la mattina  per un caffè un succo, si faceva il punto, due parole
- E allora che vuoi che cambi?
- Niente, lo so...
- Se vi sentite sempre al cellulare...
- Sempre, solo quello anzi, con quelle migliaia di sms che impiego una vita a digitare
- Guarda che adesso tutti usano gli sms, le mail, skype, che ti frega? E poi mica va a New York!
- E allora?
-Qual è il problem? Tell me!
- In quel paese..così lontano, è diverso...
- Ah, Cenadi è diverso?! 700-800 km che sono? 6 ore di treno col Frecciarossa, 7di macchina, tiè...
- Ma che ci vado a fare a Cenadi, lei deve allestire una vita nuova.
.- Ma a pranzo la vedevi?
- A pranzo? Mai una volta, mai, forse una, per  sfizio... Però poteva capitare quella serata che, con la scusa di far stare insieme i ragazzini, poi si parlava in quel modo più profondo, quando riesci a dirti una banalità senza sentirti scema... Vedi, se c’è il cambio città, un' amica ti sembra più lontana, sai che è impossibile incontrarla per caso, sai che non può dirti ci vediamo tra mezz’ora al volo, è un fatto psicologico, c’è ma non c’è. Non c’è eppure ci sarà, lo so... Ma insomma parte.
- Ma torna il weekend, no?
- No, no, mai più...
- Però le mail...
- Lo so, lei non usa il pc
- Skype..
-  Ma se t'ho detto che non usa il pc! Capito! Basta...

Un amico che parte e un amico che resta, rimangono due amici...
Amica, mi mancherai.
Sono passati oltre tre anni e questo discorso l'ho fatto con mia figlia che cercava invano di consolarmi.
Non c'è mica riuscita: i messaggini si sono diradati come le telefonate: auguri a Natale e Pasqua .
Ho smesso di credere anche all'amicizia. Fa' un male cane pensarci!

martedì 13 agosto 2013

Svelato l'arcano parte seconda

Bene bene....
Il nostro Presidente del Consiglio ha detto che vuole diminuire del 25 % le auto blu.
Perfetto!!
Passato ferragosto, mi affaccio alle sei del mattino e controllo se il ministro F. ha smesso di venire accompagnato dalla sua , anzi nostra, auto blu. Oltretutto mi sa che gli autisti passano la notte a sorvegliarlo, caso mai qualcuno abbia la malaugurata idea di fare delle scemenze.
Quello che non capisco, sarà l'età o il caldo, è che proprio di rimpetto  dove parcheggiano l'auto per ore e ore, c'è un appartamento al piano terra adibito a bordello e siccome quelli che guidano quelle auto altro non sono che carabinieri, perchè non intervengono per far cessare quella attività?
In questo momento una condomina del palazzo del bordello sta urlando perchè ha trovato un preservativo davanti la sua porta di casa e sta sacramentando come una pazza.
Signor Ministro, abbia un po' di decenza, lasci l'auto blu al parcheggio e dica ai Carabinieri di controllare quello che succede là dentro: non può non aver visto: ce le ha davanti, meno di dieci metri.
Scommetto che nelle votazioni ci sarà un franco tiratore. Fuoco amico.
Povero Letta...... i suoi ministri dovranno andare con la propria auto dalle amiche...
Mi sa che non passa questo decreto.

lunedì 5 agosto 2013

Inizio della scalata

Bene bene....
Quest'anno non posso fare le mie escursioni in Trentino e allora scalo la classifica:)))

http://www.writingshome.com/ebook_files/137276039869986400-4687849918.pdf