mercoledì 23 aprile 2014

Avvolta dalle nebbie


Momenti difficili ne ho avuti a iosa.
In teoria dovrei sapere come reagire, come trasformare questo dolore in positività.
Invece no.
Mi ha totalmente avvolta, come l' abbraccio di un boa che vuole fare di me la sua preda.
Mi sta togliendo ogni capacità di reazione: vado lentamente alla deriva lasciandomi trasportare senza alcuna voglia di fare alcunchè per restare a galla. Esiste solo la forza d'inerzia: il giorno per fare quello che devo necessariamente fare e la notte per cercare di dormire e dimenticare che poi mi devo inesorabilmente risvegliare e ricominciare a fare.
Delle volte riesco a percepire negli occhi degli altri un vago barlume di  pena, non lo sopporto, mi provoca una rabbia feroce.
Andata e ritorno all'inferno in solitaria.
Quello che non ammazza fortifica.
Ma chi è che dice tutte queste stronzate?
Ammazza e come.
Solo che non lo vede nessuno.
Solo che si continua a respirare.
Solo che quel muscolo stupido continua a pulsare.
Solo che non si puzza come i cadaveri.
Solo che la bocca si costringe a distorcere sino a simulare un sorriso.
Evanescente, trasparente...
Domani, si domani andrà meglio.
Scrivere mi aiuta: qualcosa di mio, esclusivo, che esce direttamente dall'anima.
Si, andrà meglio. Domani.
O forse no.

7 commenti:

  1. io posso pregare...dici che può servire???
    Un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  2. Magari...
    Grazie, un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Mi spiace cara, qualsiasi sia la cosa che ti sta togliendo la serenità. Un bacio virtuale, per quel che può servire.

    RispondiElimina
  4. Scrivi, scrivi che ti fa bene.
    Si domaniandrà meglio, deve andare meglio
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Keiko d'oro..come ti capisco...
    Ma vedi quando c'è la nebbia, e dalle mie parti quasi mai, mi avvolge in una strana coperta protettiva che mi isola dagli altri, come la notte che per me non è fatta per dormire, ma per raggiungere un'altra atmosfera che non posso toccare, ma vorrei tanto..
    Odio la falsità e la parole di conforto dette a memoria senza quel muscolo che a me funziona male , ma sa esprimersi ancora con tanta umanità(almeno spero!!)
    Siamo in poche , ma ne dobbiamo essere fiere, almeno quello..
    Ti stringo forte!

    RispondiElimina
  6. giusto cielo !!!! se non ti capisco.......all'improvviso passerà ,,tieni botta.

    RispondiElimina
  7. Forza Keiko, abbiamo risorse infinite.
    Un abbraccio forte.

    RispondiElimina