giovedì 29 maggio 2014

Perplesso soliloquio

Il 26 Aprile del 2012 ho iniziato a scrivere su questo blog con un estremo entusiasmo: la mia voglia di confrontarmi unita alla passione per la scrittura, hanno dato vita a queste pagine.
Era tutto nuovo per me, giravo e leggevo post interessanti, geniali, poetici, introspettivi, insomma tutto molto stimolante.
Per qualche tempo è andato tutto molto bene, scambio  educato di commenti o battute di spirito, conoscenza di persone interessanti che si sono intensificate con email private e che vedranno l'apice sabato prossimo quando incontrerò la mia "amica virtuale", nonchè abilissima poetessa, in un evento che ci vedrà vincitrici in un concorso per narrativa e poesia.
Fin qui tutto bene.
Io, ingenua e sprovveduta, ero convinta che il blog rapresentasse un posto virtuale dove scambiarsi pensieri; ho scoperto invece che è una specie di tribunale.
Un fatto che non apprezzo è l'orrendo "vizio" di passare nel mio blog solo se ho commentato il post altrui: non mi piace, ma che significa? Se ti accorgi della mia presenza, del mio passaggio mi dai il biscottino onorandomi di un banale commento ad un post che non avrai nemmeno letto? Questo è un aspetto che non mi piace proprio, personalmente leggo molti post, commento se mi va e senza aspettarmi nulla in cambio e quando mi accorgo che determinate persone passano solo se ho fatto un commento mi lascia perplessa. Do ut des.  L'odiosa legge dei blog.
Poi c'è il fatto, inquietante, dei commenti astiosi: mi è capitato di postare un commento in un blog di una specie di profeta, non l'avessi mai fatto! Un suo adepto intasò il mio blog con decine e decine di commenti minacciosi, persino di morte contro me e tutti coloro che passavano di là. Diffondevano il verbo certo: il verbo diffamare e minacciare. Li cancellai tutti e bloccai quella persona.
Pensavo di aver visto la parte brutta del web, e invece no.
Ho avuto per qualche tempo dei follower tutti amici tra di loro: grandi complimenti, qualsiasi cosa scrivessi sembrava fosse la Divina Commedia, poi ho commesso l'errore di comunicare che avevo aperto una pagina facebook, soprattutto per dare più visibilità ai miei scritti, e da lì la tragedia. Ripudiata!! Commenti di una violenza incredibile, come se chi scriveva avesse in mano le regole del mondo, le tavole della legge: questo si fa, quest'altro no.
Inaudito! Giudicata colpevole da un tribunale di pseudosaccenti, convinti di sapere tutto della vita.
Ho cominciato a capire un po' meglio.
I sapienti del web divulgano una specie di regolamento al quale attenersi, guai a pensarla diversamente, si viene emarginati.
E poi scriviamo post sul cyberbullismo e i ragazzini che si suicidano.
Sono solo post, scendete dal piedistallo!!   ( cit. Sono solo canzonette.  Bennato )

P.S.
Questo post era nato con l'intento di bloccare i commenti, vedremo...


13 commenti:

  1. Pensa che c'è qualcuno che i follower li paga per averne tanti!! (Cosa che ho appreso da poco... sono anziana!! :o)))

    Lascia stare, ci sarà sempre qualcuno che, soprattutto per invidia, avrà sempre qualcosa da ridire.

    A presto!
    ;o)

    Joh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li paga...!!!
      Cioè con denaro vero, con scambi di commenti, col baratto...
      Ossignore!!

      A prestissimo:))

      Elimina
    2. Ma che davvero? Se mi pagano inizio a seguirli pure io!
      Scherzi a parte. Io non sono affatto democratica. Mi è capitato di leggere commenti idioti da parte di una povera repressa che, ovviamente, si firma con uno pseudonimo. Una povera repressa che pare ami passare il proprio tempo così. Che faccio? Semplice! Li cancello.
      In ogni caso, anche se bloccherai i commenti, io sarò sempre qui a leggerti ;)

      Elimina
    3. Cara Principessa a voi non è permesso chiedere alcuna pecunia!
      Il fatto dei follower a pagamento mi lascia basita, ma la persona che lo scrive è degna di tutta la mia fiducia e quindi credo sia vera anche quest'altra stramberia dei blog.
      In realtà quello che mi infastidisce sono i giudizi: se hai FB sei una deficiente, se scrivi di tale argomento ti cancello... peggio dell'asilo.
      Buona serata Signoria Vostra:)

      Elimina
  2. Per i commenti idioti od astiosi, credo basti ignorarli. Anche quello che definisci “commento di scambio” prima o poi credo che si esaurisca da solo. Voglio credere sia una bufala quella dei followers in qualche modo comprati, non vedo lo scopo o l’utilità di averne molti. Non lo dico perché ne ho pochissimi :-), i lettori reali non mi mancano.
    Complimenti per il premio ricevuto buona giornata un abbraccio.
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico, questo è un post provocatorio che tocca un nervo scoperto.
      Grazie per i compilmenti!
      Ciao:))

      Elimina
  3. Se merito il blocco del mio commento fallo pure, ma io non ci penso proprio a "mollarti". Può darsi che dopo aver letto un tuo post io non sia in grado di commentarlo adeguatamente ma su questo non posso farci niente. E' colpa mia se non sono all'altezza di poterlo commentare.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu Aldo sei un grande.
      Non mi riferisco affatto a te, ma qui in giro ci sono un mucchio di persone alle quali piace dare giudizi, giudicare e condannare.
      Che vuoi farci, tutti magistrati mancati!!
      Un abbraccio:))

      Elimina
  4. Ciao lascio un saluto, niente commenti.
    Un abbraccio, Romualdo.

    RispondiElimina
  5. Anch'io sono stata bandita per aver espresso pubblicamente e con educazione il mio parere su una vicenda pubblica...tribunale, processo, espulsione...pazienza!
    Hai ragione, va tutto bene fin che il tuo pensiero coincide perfettamente con quello del guru in carica poi vieni messa alla pubblica gogna, Hai ragione c'è gente che passa a commentare solo se tu passi da loro, quasi a darti un contentino, c'è gente che diventa tuo lettore senza aver mai letto una parola di quello che scrivi solo per essere ricambiata...è tutto vero ed è molto triste, ma ci sono anche persone serie, che scrivono per il piacere di scrivere, leggono i blog degli amici per il piacere di leggere, che commentano per il piacere di condividere o di discutere un pensiero o un punto di vista....e tutto questo non lo si può perdere...
    Ciao, buon pomeriggio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che c'è qualcun'altro nel web che ha avuto vicissitudini simili alle mie: ma insomma è uno svago, uno scambio di pensieri o la Santa Inquisizione?
      Ci metteranno al rogo prima o poi!
      Ciao a presto :)

      Elimina
    2. Sono quasi contenta che qualcun' altro ha il coraggio di dire che esiste un lato negativo, pessimo quasi, dei blog.
      Credo di sapere di quale querelle parli e credo ( ne sono quasi convinta) che siano gli stessi giudici che hanno sentenziato su di me.
      Ma noi parliamo lo stesso!
      A presto :)

      Elimina
  6. Ciao,
    leggendo questo post mi è sembrato di leggere il mio pensiero. Concordo su tutto perchè quello che racconti è successo anche a me. La cosa che mi spaventa di più sono questi saputi del web che calunniano, diffamano e offendono ovunque. Immagina che durante una mia assenza prolungata da l web, gente che fingeva di essere amica lodando post e scrivendo mail, si è trasformata in un mostro feroce pubblicando centinai di post diffamatori, commenti colmi di odio e calunnie e mail spaventose. Blogger con adepti pazzoidi o persone dalla mille personalità? Boh!!! non lo so quale sia il problema alla base ma tutto ciò è cyberbullismo alla stato puro.
    Buona giornata ciao ciao

    RispondiElimina