martedì 28 luglio 2015

Rivoglio la mia dignità





Oltre venti giorni fa ho scritto una mail di protesta all'Atac.
Nel mio quartiere hanno drasticamente ridotto gli autobus disponibili, praticamente ne sono rimasti due e hanno tolto la linea che collegava il quartiere con l'istituto scolastico frequentato da mio figlio e centinaia di altri ragazzi; dovendo rinnovare a breve l'abbonamento annuale ( 250 euro per la cronaca), ho chiesto a quale titolo dovrei versare la somma visto l'inesistenza dei collegamenti.
Volete sapere la risposta?
Non mi hanno risposto.
I trasporti a Roma fanno schifo, in periferia poi fanno pena; domani ulteriore sciopero perchè gli autisti devono protestare in Campidoglio, oggi metro ferma per mezz'ora a San Giovanni con persone bloccate nei vagoni strapieni e surriscaldati, in massa hanno deciso di linciare il manovratore che magicamente ha riavviato il treno.
Non visitate Roma, lasciateci morire nella nostra mondezza ( che puliranno Gassaman e Verdone che abitando ai Parioli non ne vedono affatto) e soffocare nei nostri vagoni blindati e lasciati in esilio nei nostri quartieri/isola lontani da tutti i servizi.
E ora ci tagliano anche le analisi e le visite diagnostiche ( ma tanto noi popolo di periferia non potremmo mai raggiungere gli ospedali visto che hanno tolto i mezzi).
Ma io lo so dove e come si fanno tutte le analisi e le visiste iperspecialistiche e i ricoveri i nostri ministri senza sganciare un euro e senza fare alcuna trafila burocratica!
Voglio le barricate, voglio una guerra civile.
Non m'interessa il colore o la bandiera: rivoglio la mia dignità di cittadina che si svena per pagare le tasse!

2 commenti:

  1. Esatto brava - dovremmo iniziare una guerra vera e non presunta perchè non se ne può più - altro che pulire la città dovremmo fargli il culo

    anche da me hanno tolto un autobus che mi collegava con la bufalotta e senza macchina non ci si arriva - ma che schifo -

    io la metro non la prendo da anni - senza aria condizionata svengo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti garantisco che sarei in prima linea: solo i romani sanno che schifo è diventata questa città e tutte le cavolate che raccontano in tv sono solo per pararsi il c..o!!

      Elimina