venerdì 31 marzo 2017

Aspettando che scivoli


Sto aspettando
Resto seduta e aspetto
Svolgo il mio lavoro e aspetto
Parlo, rido, mangio, leggo e aspetto
Aspetto che quelle gocce scivolino via, lontano, o almeno a qualche metro da me
Ho riaperto il blog dopo alcuni mesi e ho trovato un commento:" Keiko torna a scrivere"
Ecco. E' stato come ricevere un abbraccio: qualcuno si è accorto della mia assenza, un'assenza non voluta ma imposta da uno stato d'animo mai provato.
Sono disincarnata
Avrei voluto scrivere" ero o sono stata", invece è ancora un tempo al presente
Non percepisco alcune parti di me, non comprendo alcuni sentimenti, non tollero più altri atteggiamenti
Sono disincarnata
Ma torno a scrivere
E inizio con questo presupposto e tornerò a leggere quel commento:" Keiko torna a scrivere" e lo farò, perchè la sento quella vibrazione dentro lo stomaco, sento quel bisogno di comunicazione imperfetto che tanto amo, sento quella frenesia dei tasti pigiati senza pensare più di tanto: pancia e istinto
Devo solo aspettare che le gocce scivolino via